Certificazione SOA: evoluzione nel tempo della qualificazione per gli appalti pubblici

L'Attestazione SOA è la certificazione obbligatoria per la partecipazione a gare d'appalto per l'esecuzione di appalti pubblici di lavori, non è altro che un documento necessario e sufficiente a provare durante una gara d'appalto, la capacità dell'impresa di eseguire, direttamente o in subappalto, opere pubbliche di lavori con importo a base d’asta superiore a € 150.000,00. La certificazione attesta e garantisce il possesso da parte dell'impresa del settore delle costruzioni di tutti i requisiti previsti dalla attuale normativa in ambito di Contratti Pubblici di lavori.

lavori pubblici

Prima del 25 gennaio 2000, data di pubblicazione del D.P.R. 34, primo “Regolamento” SOA, le imprese erano soggette ad iscrizione all’Albo Nazionale dei Costruttori (ora abrogato).
 La modalità di iscrizione era simile al sistema attuale di Qualificazione, erano già presenti le categorie di opere e le classifiche di importo, anche se differenti per tipologia e dimensione.

A partire dal 1° Gennaio 2000 è stato abrogato l’Albo Nazionale Costruttori (ANC) che, a partire dal 21 dello stesso mese, è stato sostituito dalle SOA (Società Organismi di Attestazione) che diventa l’unico documento qualificante, come specificato dal D.P.R. 34/2000, il cosiddetto “Decreto Bargone”.
Nel 2006 viene pubblicato il Codice dei Contratti Pubblici d.lgs 163, che abroga la legge 109/94 recante “Legge Quadro in materia di lavori pubblici” ed anticipa l’imminente revisione del regolamento di qualificazione.
Riportiamo un estratto del d.lgs. 163/06, art. 40:

“I soggetti esecutori a qualsiasi titolo di lavori pubblici devono essere qualificati e improntare la loro attività ai princìpi della qualità, della professionalità e della correttezza. Allo stesso fine i prodotti, i processi, i servizi e i sistemi di qualità aziendali impiegati dai medesimi soggetti sono sottoposti a certificazione, ai sensi della normativa vigente. Il sistema di qualificazione è attuato da organismi di diritto privato di attestazione, appositamente autorizzati dall’Autorità”.

Nel dicembre 2010 viene pubblicato il d.p.r. 207, secondo “Regolamento” SOA, che abroga il precedente ed entra in vigore l’8 giugno del 2011. Non apporta cambiamenti sostanzialmente significative al già rodato sistema di Qualificazione, vengono fatti degli aggiornamenti alle categorie e classifiche, perfezionati i requisiti necessari per rientrare in tali categorie. Vengono in oltre ridotti i costi di Attestazione per le piccole imprese. Pertanto, qualunque impresa che intenda partecipare a pubbliche gare d’appalto per l’esecuzione di opere con importo maggiore di € 150.000,00 , è tenuta a conseguire l’Attestazione SOA e presentarla come documento unico di Qualificazione.
RIASSUMENDO:
l’Attestazione SOA è attualmente disciplinata principalmente dal:

- Codice dei Contratti Pubblici, d.lgs. 163/06, aggiornato con d.l. 104/10 (art. 40 e seguenti)
- Regolamento di attuazione ed esecuzione del Codice dei Contratti, d.p.r. 207/10, (art. 60 e seguenti)

I suddetti strumenti legislativi hanno definitivamente abrogato la seguente normativa: legge 109/94, d.p.r. 554/99 e d.p.r. 34/00.


L'importanza della digitalizzazione

Unionsoa, l’Associazione Nazionale delle Società Organismi di Attestazione propone soluzioni innovative per la digitalizzazione e innovazione  che consentirebbero di raggiungere obiettivi di trasparenza ed efficienza nell’ambito degli appalti pubblici, uno dei settori in cui la digitalizzazione porterebbe enormi benefici per tutto il Paese.
Riuscire a realizzare tutto questo richiede la gestione e la raccolta di molteplici dati il cui flusso massivo, se digitalmente gestito, potrebbe essere sfruttato in modo sinergico, tra le banche dati digitali esistenti, così da semplificare i compiti di vigilanza del mercato degli appalti pubblici da parte di ANAC per ottenere una marcata efficienza con una conseguente  razionalizzazione della spesa.

La normativa di settore prevede infatti che, per lo svolgimento di queste attività, le SOA siano dotate di un sistema informatico utile alla trasmissione dei dati dell’operatore economico qualificato all’Osservatorio informatico gestito da ANAC.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato ai requisiti dell'attestazione SOA.

Le fonti
- https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/Servizi/ServiziOnline/SocietaOrganismoAttestSOA
- https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=5914
- https://www.agendadigitale.eu/procurement/attestazione-soa-cose-a-che-serve-e-i-limiti/