La precompressione del calcestruzzo con cavi pre tesi

Il CAP con cavi pre tesi per ovviare al problema della scarsa resistenza a trazione del calcestruzzo

Il calcestruzzo è un materiale che presenta un’elevata resistenza a compressione a fronte di una ridotta resistenza a trazione. Per questa ragione viene utilizzato in edilizia associato all’acciaio, costituendo così il materiale costruttivo chiamato calcestruzzo armato.
Per ovviare ulteriormente all’incapacità del calcestruzzo di assorbire le sollecitazioni di trazione si è pensato di eliminare l’azione di trazione naturalmente presente nelle sezioni inflesse attraverso l’applicazione di una presollecitazione con cavi pre-tesi.
Tale azione di compressione impressa artificialmente, consente di ridurre l’effetto delle sollecitazioni dovute ai carichi esterni sovrapponendo l’effetto contrario dei cavi pre-tesi.
A livello pratico questa coazione è indotta dall’inserimento di armature metalliche cui viene impressa una trazione; per aderenza tale azione si trasferisce al calcestruzzo che per l’appunto si precomprime.
Il sistema di precompressione attraverso l’uso di cavi pre tesi viene di norma realizzato in stabilimento e necessita di un sistema di produzione specifico con impianti di dimensioni notevoli.
Il tracciato dei cavi pre tesi all’interno della trave è generalmente rettilineo; in alcune tipologie di travi al massimo l’andamento può formare una linea spezzata rialzata verso gli appoggi ove vengono posizionati deviatori a perdere nel getto in calcestruzzo.