Le travi a doppia pendenza per la copertura delle grandi luci

Caratteristiche tecniche, vantaggi e possibili soluzioni tecniche delle travi a doppia pendenza

L’elemento costruttivo principale delle coperture industriali è la trave a doppia pendenza. Tale componente si è sviluppata riproducendo il ruolo della capriata nelle coperture metalliche e quindi, analogamente alla capriata, la trave a doppia pendenza si imposta sulla luce maggiore di un maglia strutturale rettangolare mentre il solaio (l’orditura secondaria) è impiegato nella direzione opposta.
Le travi a doppia pendenza sono realizzate in C.A.P. e presentano una forma triangolare; l’intradosso è piano e l’estradosso è a doppia pendenza in modo tale da consentire la realizzazione di una copertura a due falde (generalmente con pendenza del 10%).
Il sistema di copertura è completato con un impalcato realizzato a partire da differenti tipologie di tegoli con o senza aperture zenitali per lo sfruttamento della luce naturale. Sopra l’orditura delle travi secondarie vengono poi poste delle lastre di copertura realizzate in fibrocemento o con pannelli sandwich composti da due lamiere preverniciate con isolamento interposto.
Le travi a doppia pendenza devono il loro grande successo nel campo della prefabbricazione e dell’edilizia in generale alla loro funzionalità ed economicità poiché consentono di coprire grandi spazi ad un costo che è di gran lunga ridotto rispetto agli altri sistemi e per questa ragione rappresentano la soluzione ideale in ambito industriale o artigianale.